Sapevi che la Commissione europea ha adottato una Dichiarazione europea sulla bicicletta? Il documento in questione intende riconosce la bicicletta come mezzo di trasporto sostenibile, accessibile e inclusivo, economico e salutare, con un forte valore aggiunto per l’economia dell'UE. 

La dichiarazione elenca i principi per promuovere la mobilità ciclistica che guideranno le azioni future nell'UE. Per migliorare la qualità, la quantità, la continuità e l’attrattiva delle infrastrutture ciclistiche in tutti gli Stati membri sono necessari impegni precisi, come reti ciclabili sicure e coerenti nelle città, migliori collegamenti con il trasporto pubblico, parcheggi sicuri, diffusione di punti di ricarica per le biciclette elettriche e autostrade ciclabili che colleghino le città alle zone rurali.

I principi proposti aiuteranno quindi l’UE a raggiungere gli obiettivi del Green Deal europeo, della Strategia per la mobilità sostenibile e intelligente e del Piano d’azione "Inquinamento zero". In termini di finanziamenti, la Commissione europea continuerà a sostenere la mobilità ciclistica attraverso il Fondo sociale per il clima, il Fondo europeo di sviluppo regionale, il Fondo di coesione, il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, lo Strumento di sostegno tecnico e lo Strumento di ripresa e resilienza.

La Dichiarazione sulla mobilità ciclistica è stata adottata nell’ambito di un più ampio impegno quello della Campagna per la sicurezza stradale UN-JC Decaux.

Come passo successivo, il Parlamento europeo e il Consiglio potranno rivedere il testo e aggiungere ulteriori impegni, se necessario, per migliorare l’attuazione di questa Dichiarazione non vincolante, che sarà infine firmata da tutte e tre le istituzioni.



Redazione Europe Direct Lombardia
@ED_Lombardia

Data ultima modifica: 29/11/2023