Europe Direct Lombardia

La Conferenza sul Futuro sull'Europa entra in classe: gli esiti

Quest’anno Europe Direct Lombardia ha proposto alle scuole secondarie di secondo grado un progetto formativo ideato nell’ambito della Conferenza sul futuro dell’Europa. La Cofoe è stata un ampio esperimento di partecipazione democratica che le istituzioni europee hanno lanciato nella primavera 2021 con l’obiettivo di coinvolgere quanti più cittadini e giovani possibile nella costruzione del futuro dell’UE.
immagine del bando

Quest’anno Europe Direct Lombardia ha proposto alle scuole secondarie di secondo grado un progetto formativo ideato nell’ambito della Conferenza sul futuro dell’Europa (COFOE).

La COFOE è stata un ampio esperimento di partecipazione democratica che le istituzioni europee hanno lanciato nella primavera 2021 con l’obiettivo di coinvolgere quanti più cittadini e giovani possibile nella costruzione del futuro dell’UE.
Da settembre 2021 a maggio 2022, sono stati protagonisti della COFOE anche 800 cittadini che hanno partecipato ai 4 panel organizzati direttamente dalla Commissione europea, dai cui lavori sono scaturite le 49 proposte che il giorno della festa dell’Europa, 9 maggio 2022 sono state consegnate ai rappresentanti delle istituzioni europee attraverso una solenne cerimonia tenutasi all’interno dell’emiciclo di Strasburgo.

Sulla scia di questi panel, Europe Direct Lombardia ha proposto alle scuole secondarie di secondo grado lombarde, tre moduli di approfondimento differenti al fine di permettere anche agli studenti del territorio lombardo di sentirsi parte attiva nella costruzione del futuro dell’UE.

Il percorso è stato strutturato in 4 step: una sinergia tra mondo scolastico e Europe Direct Lombardia che ha voluto rispondere anche all’appello contenuto nelle indicazioni del Ministero dell’Istruzione per la costruzione di una “comunità educante”:

  • Il primo step era un modulo obbligatorio, in cui sono state spiegate le informazioni di base su storia, istituzioni, geografia e cittadinanza dell’Unione Europea. Si tratta di conoscenze di base importanti per riuscire ad approfondire al meglio i temi trattati negli step successivi
  • La seconda fase del percorso formativo riguardava un laboratorio in classe in cui gli studenti dovevano lavorare su dei documenti inviati loro in seguito al primo modulo, organizzarsi in quattro gruppi ciascuno dei quali aveva l’obiettivo di analizzare uno dei sottotemi proposti e formulare i propri spunti di riflessione a riguardo. È stato scelto per ciascuna classe un portavoce che ha poi presentato tali idee nel modulo successivo
  • Il terzo step è stato l’obiettivo primario del percorso formativo di ED Lombardia, consisteva in un dialogo attivo tra gli studenti. Sono stati proposti tre macroargomenti, scelti sulla scia dei panel 1, 2 e 3 della Conferenza sul Futuro dell’Europa. Per ciascuno degli incontri le classi partecipanti hanno potuto ascoltare gli spunti di riflessioni di diversi esperti del settore e nella parte finale dell’incontro hanno avuto l’opportunità di presentare ai relatori, allo staff di ED e agli altri studenti lombardi le loro proposte sul Futuro dell’Europa.
  • Nel quarto step, tali proposte sono state infine pubblicate sulla piattaforma digitale multilingue della Cofoe. Anche questo quarto step è molto importante poiché anche le idee e raccomandazioni pubblicate sulla piattaforma digitale multilingue hanno contribuito alla stesura del documento finale proposto alle istituzioni il 9 maggio 2022.

È stato sorprendente notare l’entusiasmo dei ragazzi nell’avere la possibilità di far sentire la loro voce. La sinergia tra il lavoro di Europe Direct Lombardia e quello degli insegnanti ha permesso di fornire loro gli strumenti necessari per poter comprendere, analizzare e elaborare argomenti così rilevanti.

Il primo panel degli studenti in Lombardia è stato il 7 aprile 2022 e ha riguardato economia, giustizia sociale, istruzione, occupazione, cultura e gioventù. Si tratta di tematiche molto ampie ciascuna di esse di particolare rilievo per il futuro della nuova generazione.
I ragazzi hanno espresso la necessità di avere una maggiore formazione riguardo tali argomenti, hanno sostenuto che la scuola attualmente non riesce colmare del tutto tale richiesta poiché vi è carenza di educazione alla cittadinanza attiva, in particolare in rifermento all’Unione Europea.
Gli studenti si sono mostrati entusiasti nella possibilità di conoscere le modalità con cui poter fare esperienze all’estero e hanno ribadito nuovamente la necessità di una maggiore collaborazione tra le scuole e le realtà internazionali.

Il secondo dialogo con gli studenti lombardi si è tenuto il 21 aprile 2022 e i temi sono stati: cambiamento climatico, ambiente e salute. I temi sono stati approfonditi in maniera accurata e gli studenti hanno sottolineato l’importanza di proteggere l’ambiente attraverso delle linee guida comuni e decisive. Per quanto riguarda il tema della salute, anch’esso, affrontato in maniera magistrale i ragazzi hanno sostenuto la necessità di salvaguardare la salute mentale e di proporre una migliore educazione sessuale all’interno delle scuole. Si tratta di tematiche importanti, che toccano il futuro dell’Europa non solo nell’insieme, ma nella vita quotidiana dei cittadini.

Il terzo e ultimo incontro di questo interessante progetto formativo ha riguardato valori, diritti e democrazia europea. In tale sede gli studenti hanno avuto l’opportunità di ascoltare i preziosi contributi di alcuni esperti del settore che hanno sottolineato l’importanza del valore della democrazia e hanno invitato i ragazzi a riflettere il più possibile su questo tema. Anche a questo proposito la risposta è stata concreta e accurata, i ragazzi hanno espresso l’esigenza di un’implementazione dell’educazione civica nelle scuole e si sono mostrati particolarmente interessati verso l’associazionismo e l’attivismo giovanile.

Alla fine di ciascuno degli incontri è stato spiegato l’utilizzo della piattaforma digitale multilingue come strumento di informazione e di comunicazione e le classi sono state invitate alla pubblicazione dei loro contributi.

 

Redazione Europe direct Lombardia
@ED_Lombardia
europedirect@regione.lombardia.it

Data ultima modifica: 24/10/2023