Europe Direct Lombardia

L'Europa punta alla parità retributiva

La proposta della Commissione sulla trasparenza delle retribuzioni, adottata il 4 marzo 2021, introduce misure per garantire che le donne e gli uomini nell’UE ricevano la stessa retribuzione per lo stesso lavoro. Secondo i dati dell'Unione europea le donne continuano a guadagnare meno degli uomini a parità di lavoro, con un divario retributivo medio tra i sessi del 13%.
immagine del bando

Il divario retributivo di genere viene stimato intorno al 20% a livello globale e nell’Unione europea oscilla attorno al 14%, con variazioni notevoli tra i diversi Paesi UE: dalla Svezia al 10,0%, alla Germania al 22,6%, passando per Norvegia al 16,5%, Finlandia al 16,8 e Spagna al 13,9%. 
ln Italia si supera la media con il 16,5% (Fonte: Eurostat, Gender Pay Gap in unadjusted form, private sector, 2020).

La proposta della Commissione europea sulla trasparenza delle retribuzioni, adottata il 4 marzo 2021, introduce misure per garantire che le donne e gli uomini nell’UE ricevano la stessa retribuzione per lo stesso lavoro.

Nel giugno 2022, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno approvato la proposta della Commissione per migliorare l’equilibrio di genere nei consigli di amministrazione delle società. La proposta diventerà presto legge dell’UE.
Secondo ancora i dati 2022 del World Economic Forum, la lotta al gender gap in Europa durerà almeno per altri 60 anni. E la Commissione europea, che definisce prioritario l’obiettivo all’interno della strategia 2020-2025, cercando di dare un'accelerazione, ha approvato un mandato negoziale che gli permetterà di avviare trattative con tutti i governi UE per la trasparenza delle retribuzioni. 

E' stata anche istuita la Giornata europea della parità retributivache quest'anno si è tenuta il 15 novembre e in vista di questa giornata simbolica, Věra Jourová - Vicepresidente per i Valori e la Trasparenza ed Helena Dalli - Commissario per la Parità - hanno dichiarato: “Un lavoro uguale merita una retribuzione uguale: questo è un principio fondante dell’Unione europea. Dobbiamo dare potere alle donne in modo che possano realizzare il loro potenziale. Tutti ne beneficiano, quando tutti sono uguali“.
 

Context
Nel marzo 2020, la Commissione ha pubblicato la sua Strategia per l’uguaglianza di genere 2020-2025 che definisce le azioni da intraprendere per colmare il divario retributivo di genere. Nel novembre 2020, la Commissione ha adottato il Piano d’azione 2021-2025 sulla parità di genere e l’emancipazione femminile nelle azioni esterne.



Redazione Europe Direct Lombardia
@ED_Lombardia
europedirect@regione.lombardia.it

Data ultima modifica: 24/10/2023